domenica, dicembre 9

Il mattino ha l'oro in bocca



Genio.

15 commenti:

Salo ha detto...

Fino a quando la sua satira a volte (come in questo caso) geniale avrà come frequente contorno volgarità gratuite ed offese alla dignità di persone che si potrebbero benissimo criticare anche senza chiamare in ballo la cacca e la piscia, Luttazzi sarà facilmente oscurabile, poichè continuerà a fornire egli stesso ai suoi nemici le scuse per farlo fuori...

erik ha detto...

Ma che scuse??? Volgarità gratuite ed offese alla dignità di persone? Perchè non ti occupi della volgarità idiota delle trasmissioni che propongono all'unisono tutte le altre reti televisive? Come se Luttazzi non avesse mai amato le provocazioni e le battute forti. Non c'era nessuna scusa, e tu stai giustificando la porcata che hanno fatto alla 7.

Angelo ha detto...

erik ma con chi ce l'hai?

Salo ha detto...

Erik, sono stato il primo a definire ipocrita (anzi addirittura sospetta) la decisione di La7. Se visitassi il mio blog lo sapresti.
Ma il mio giudizio personale sull'opera di Lutazzi in generale resta negativo a causa del suo vizio ad esagerare negli insulti personali e nella volgarità gratuita. Vizio che fornisce scuse alle molte persone potenti che egli (spesso giustamente) critica.

Blocco ha detto...

Salo, chi si offende per degli insulti del genere è un perbenista bigotto, ma prorpio tu che dovresti aver letto Rebelais o Sterne, Aristofane o Shaw ti scandalizzi per il grottesco o il volgare??? A luttazzi va il merito di estremizzare la satira al limite, e apposta scandalizzare i perbenisti...

Blocco ha detto...

Cmq.. quoto.. Genio...

Salo ha detto...

Blocco, secondo me l'uso gratuito della volgarità che spesso fa Luttazzi è molto diverso da quello calcolato di un Aristofane, di uno Sterne o del più grande satirico di ogni tempo cioè Petronio. Ma questi sono giudizi su cui abbiam già discusso molte volte; non è un problema se la pensiamo diversamente.
Ciò su cui in questo caso sono assolutamente d'accordo con voi è la pretestuosità che contraddistingue la cacciata di Luttazzi: questa è una vera e propria censura, non dovuta alla volgarità del personaggio (che già tutti conoscevano, e per cui il comunicato di La7 è una presa per il culo), ma al fastidio che egli continuamente dà ai politici. Come era ingiusta la censura da lui subita sotto il governo Berlusconi, così allo stesso modo mi pare ingiusta la censura che egli sta subendo ad opera del compagno Tronchetti Provera, probabilmente raggiunto dalle lamentele telefoniche di un certo ministro...

Angelo ha detto...

Dicono (ma non ci sono fonti ufficiali) che la puntata che avrebbe dovuto andare in onda sabato sera contenesse un commento all'enciclica di ratzinger, ma tanto non si vedrà mai, perchè a quanto pare hanno deciso di cancellare tutto il girato di decameron.

Salo ha detto...

Questa sul Vaticano mi è sfuggita, anche se avevo letto della distruzione dei filmati.
Certo che Luttazzi già nell'ultima puntata non è che sia stato tenero con la Chiesa, sia attaccando più volte il Papa sia avventurandosi in un dibattito senza contraddittorio sui temi etici...

Old Whig ha detto...

Ho appena letto che Luttazzi ha scopiazzato la scenografia da Lettherman e la battuta su Ferrara da Bill Hicks!

Angelo ha detto...

Ma dai, anche a Bill Hicks sta sulle palle Ferrara? :D

No che si ispiri a Lettherman è risaputo...

Old Whig ha detto...

No praticamente sto Bill Hicks, che non so chi cacchio sia, prendeva per il culo così un altro giornalista statunitense. C'è pure l'audio (http://www.youtube.com/watch?v=6F7Q7BkAbCk) su internet...effettivamente la somiglianza c'è...ma più che tra le battute di Luttazzi e Hicks è tra il trippone americano sfottuto e Ferrara :)))

Angelo ha detto...

Luttazzi ne parla qui.

Angelo ha detto...

che poi tutto nasce da qui:
http://www.7yearwinter.com/2007/12/scatmuncher/

Bucknasty non è nuovo a queste cose, grande.

http://www.7yearwinter.com/2007/12/loltazzi/

Blocco ha detto...

Si Salo, nessuno è mai riuscito a dire che3 luttazzi copia, semplcemente perchè è risaputo che lui fa parodia degli show americani: che come dice lui stesso sono un genere e non un format... tutti gli show del genere infatti, Letterman incluso si rifanno al Late Night: un programma americano di fine anni 50