sabato, febbraio 10

Shinobi - Hearts under blade



Shinobi è un film tratto da "Basilisk", un buon manga di Masaki Segawa arrivato anche da noi in Italia qualche anno fa, che a sua volta prende spunto da una serie di romanzi scritti da Futaru Yamada.

La storia potrebbe essere riassunta come un "Romeo e Giulietta fra ninja", ma andiamo con ordine: Gennosuke e Oboro sono gli eredi delle due casate ninja più prestigiose nel Giappone del XVII secolo, gli Iga e i Koga; i due sono anche innamorati ed il loro legame pare destinato a porre finalmente termine all'odio ed alla rivalità che da oltre quattrocento anni separa i due clan.
Ma le speranze dei due giovani sono destinate a naufragare nel sangue, perchè lo shogun del Giappone, decide di scegliere il proprio successore mediante uno scontro fra i 5 ninja migliori di ognuna delle due casate.
E fin quì tutto uguale alla storia originale (a parte la riduzione, per evidente mancanza di tempo, dei ninja da 20 a 10), ma nel film lo scontro in realtà è solo un pretesto per sterminare gli shinobi (i ninja), diventati ormai inutili in un periodo di pace quale si prospetta per il paese...

La pellicola in questione ha diversi pregi, inanzitutto tende a scorrere piacevolmente, senza annoiare eccessivamente se non negli inframezzi paesaggistici, ed è ben supportata dalla fotografia, che ritrae ambientazioni e scenografie affascinanti, da valide coreografie e da un buon uso della computer grafica (anche se a volte stenta nel riuscire a rendere credibili certe qualità dei vari ninja), con una riuscita ricostruzione degli ambienti e dei costumi.

Purtroppo però non è esente da difetti, a partire da un cast a volte non all'altezza del personaggio da interpretare: ad esempio Joe Odagiri che da il volto a Gennosuke, risulta impacciato e penalizzato da una caratterizzazione un po' scadente rispetto all'originale (capisco che la sua malia di far suicidare le persone non fosse facile da riprodurre, ma piazzargli un banale potere di vedere le cose a velocità rallentata mi sembra una cazzata, inoltre nel manga era pure un leader carismatico, mentre quì...); al contrario Oboro, grazie anche alla buona prova della bella Yukie Nakama, ne esce molto rivalutata.
Purtroppo gli altri personaggi vengono giusto accennati, difetto dovuto più che altro al limite di tempo, mentre per quanto riguarda la sceneggiatura, il dramma di base, l'amore contrastato e doloroso, non riesce ad emergere mai con la forza che meriterebbe, preferendo concentrarsi più sull'azione.

In conclusione se il regista Ten Shimoyama (proveniente dal mondo degli spot e dei clip musicali) ed i produttori avessero scelto con maggior cura il cast e si fossero impegnati maggiormente su alcune tematiche lasciate passare in sordina, avrebbe potuto essere veramente un gran bel film.

Consiglio di procurarsi la versione cartacea che è sicuramente più godibile, ma che inevitabilmente costringe alla visione di "Shinobi" con occhio ancora più critico!

3 commenti:

Dome & Edo ha detto...

Ciao complimenti per il blog. Questo film cercherò di trovarlo e vederlo, sembra veramente bello. Ti volevo chiedere se volevi scambiare i link? Se vuoi passa dal nostro blog Buona Gioranta
Dome & Edo

Torakiki ha detto...

Ma lo hanno fatto in italiano?
L' ho visto al Far East l' anno scorso... zero pretese, non ho letto il manga, ma l' ho trovato piuttosto divertente!

Angelo ha detto...

@ Dome & Edo: per me va bene, appena ho un attimo aggiorno i link!

@ tora: sì è uscito a noleggio questo mese ed in vendita credo il prossimo; se ti chiedi com'è il doppiaggio non sembra male, hanno utilizzato molti doppiatori di "naruto".