mercoledì, maggio 21

MUTO



Una sola parola, STILE.

Blu è un artista, un mago dell'animazione che utilizza i muri (in questo caso quelli di Buenos Aires) e la tecnica della stop-motion per realizzare i suoi corti.

Per chi non lo sapesse la stop-motion consiste nel realizzare filmati mediante una serie di foto scattate in sequenza, ad ogni minimo movimento o in questo caso pennellata, corrisponde una foto; di solito per fare un secondo di filmato servono 24 fotografie e una volta finito il tutto segue un lungo lavoro di montaggio.

Questo giusto per rendere l'idea del culo mostruoso che si è dovuto fare per ottenere questo risultato!

4 commenti:

Old Whig ha detto...

Bellissimo! Quando da il calcio al pezzo di legno vero appoggiato al muro è geniale!

klarens ha detto...

a tratti ripetitivo, perverso e meglifico..ma bella voglia!

Marco ha detto...

Incredibile.
Peggio che Nightmare Before Christmas!

ABICETTA ha detto...

he he he gli artisti sò ppazzi!