mercoledì, giugno 20

Daniele Silvestri - Gino e l'Alfetta



Oh finalmente, questo è il Daniele Silvestri che piace a me, capace di unire sonorità e ritornelli orecchiabili e allo stesso tempo di scrivere testi intelligenti, interessanti e, se mi passate il termine, più "impegnati".

Purtroppo a San Remo invece ha portato quella boiata de "La Paranza", vai poi te a sapere perchè...

Gino e l'Alfetta - Daniele Silvestri
(per chi non l'avesse capito per scaricare l'mp3 bisogna cliccare su "download original" nella pagina che si apre)

11 commenti:

Anonimo ha detto...

Gran macchina l'alfetta... roba da Tomas Milian... Roma Violenta...

Lilith ha detto...

Perchè Sanremo e Sanremo!!!! E poi a me la Paranza non dispiace! ;)

claudio ha detto...

no!!!
aspetto questo post tutta la settimana e... :D
Bellissimo pezzo questo, il primo in assoluto che ho comprato da itunes settimana scorsa (non credo comprerò altra roba da itunes, fanculo il DRM).
Bello, bello, bello, funkettone, silvestriano (la paranza fa cagare, questo ricorda molto più salirò).
Bella a Daniele.

klarens ha detto...

"è 1 modo x dire ke stiam parlando di cose del secolo scorso cm fosse attualita"Silvestri a 'parla cn me'

nn so sn le parole esatte ma il concetto è stato questo;bella canzone la conoscevo già,

Cla 74 ha detto...

Fantastica, canzone fantastica, forse perchè mi ci ritrovo, sembra che parli di me...ma credo che siamo in molti a pensarlo.

Anonimo ha detto...

naturalmente la moda della par condicio mescolata all' estremante relativismo fa si che la società contemporanea prenda superficialmente la propria storia.
Tra le varie cose che vorrei (dovrei) dire ne dirò solo una.
Perchè l'impero Romano cadde? Forse perche, come ci vengo ìno ad informare i pochi(..) letterati latini, la popolazione romana aveva abbandonato i valori del mos maiorum dandosi alla sfrenatezza della carne(riti orgiasticidi ogni tipo droghe ubriachezze corruzioni...).Ma evidentemente questa "storiella" non è servita da lezione per il presente(la famosa frase chi dimentica la storia è destianata a riviverla..), così come non era servita ai romani la "storiella" di Sodoma e Gomorra..(euguale sorte per l'impero e le due città..)

Anonimo ha detto...

ciò che dici, caro anonimo a me precedente, mi pare una cagata, si vede che ti manca qualcosina in storia...
canzone fichissima cmq!!

Anonimo ha detto...

risposta molto articolata

Anonimo ha detto...

ennesimo furbetto postmoderno. chissà che prima o poi qualche ginone sovreccitato non lo prenda sul serio (sul divano dell'alfetta, s'intende)

....piangisempre.... ha detto...

sarà perchè fino a pochi giorni fa lavoravo 12 ore al giorno, senza giorno libero e il mio unico vero contatto con la conteporaneità si limitava allo zapping radiofonico notturno, pensavo di essermi sognato questa canzone...non era una creazione del mio cervello era il mio inno !!!

Anonimo ha detto...

come faccio a scaricare la canzone ???????????????